Categorie
Scrittura efficace online

Come mettere i tag nei tuoi articoli?

Uno per articolo, senza sovrapporre i tag con categorie e altre pagine. Queste le regole di base. Ma poi? Cosa sapere?

Semplice, con il buon senso. Devi inserire queste etichette per organizzare i contenuti del blog o del giornale online in modo da rendere gli articoli facili da trovare. Per capire meglio come usare i tag nel blog propongo di procedere per domande e risposte.

Quanti tag deve avere un articolo?

Non c’è un numero a priori ma io suggerisco di non esagerare e aggiungere uno o due tag per articolo. Evitare a tutti i costi nuvole di tag soprattutto se si accavallano semanticamente.

I tag aiutano al posizionamento SEO?

No, non bisogna confondere questi elementi che fanno parte delle tassonomie (e che servono a organizzare i post) del CMS con i meta tag che si usano per gestire le informazioni con Google: il title e la meta description, ad esempio, che hanno un compito importante, seppur in chiave differente, all’interno della serp.

Posso creare tag senza problemi?

No, può diventare un problema questa pratica. Come usare i tag nel blog? Devi fare in modo che ogni tag non sia in contrasto con le categorie, i post e altre pagine web. Compresi altri tag. Inoltre devi evitare tag vuoti, con uno o due articoli.

La tag cloud è ancora utile?

No, evita di inserire questo widget nel tuo blog perché spesso non ha alcuna utilità per le visite degli utenti. Inoltre aggiunge link interni spesso non contestualizzati, inutili e non significativi. Come usare i tag nel blog? Aggiungi poche distrazioni, sia per gli utenti che agli occhi di Google.

Posso ottimizzare un tag per la SEO?

Sì, con l’editor di WordPress puoi migliorare queste pagine ottimizzando tag e H1 (ecco qual è la differenza), magari aggiungendo una meta description e del testo aggiuntivo. A tal proposito può essere utile aggiungere il plugin WordPress SEO By Yoast che puoi ottimizzare seguendo questa guida.

Di Riccardo Esposito

Autore del libro Scrivere per Informare insieme a Cristina Maccarrone. Blogger e web writer freelance, padre di My Social Web e di altri due libri dedicati al mondo del blogging.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *